Lettori fissi

giovedì 8 settembre 2011

EL GATO COI STIVAI


Oggi ho ricevuto la mia copia dell'albo "El Gato coi stivai", versione triestina, il secondo della Collana Fregole. Le situazioni sono state rimaneggiate in alcuni punti, però la trama resta fedele all’originale. Certo il Marchese ha un altro nome, non si chiama più Marchese di Carabàs ma… scopritelo voi come.


Il vocabolario del gatto è colorito dalla parlata triestina, forse con qualche tono al limite del consentito come linguaggio che si rivolge ai bambini, ma scoprite da soli dov’è che il gatto si lascia un po’ andare ed esagera.




L’orco è artefice e causa della nascita di uno dei tanti modi di dire triestini, eh eh, scoprite voi quale. La fiaba si chiude con la proliferazione di... be' non leggerete la solita conclusione di sempre… scoprite voi cosa succede.


Mi pare sia tutto, salvo imprevisti, la presentazione ufficiale sarà i primi di ottobre alla Libreria Lovat di Trieste, al terzo piano dell’Oviesse in Viale XX settembre. Tenete d’occhio facebook, la pagina dell’editore Bianca e Volta e la mia.



Ingrid (l'illustratrice) ed io, questa mattina alla Lovat per una foto ricordo con la nuova creatura.

3 commenti:

cose di lino ha detto...

Bellissima idea quella di riproporre una fiaba in dialetto.
Progetto interessante.
Saluti
nunzia

sonia marialuce possentini ha detto...

in bocca al lupoooooo!!!!!!!!
un abbraccio grande

Mariangela Licciardello ha detto...

Complimenti a entrambi, anche le illustrazioni sono molto belle e sul testo non discuto!

Archivio blog