Lettori fissi

domenica 1 dicembre 2013

Nuove Fregole!


Da venerdì 6 dicembre, in tutte le librerie di Trieste e zone limitrofe (fino a Gorizia)
ci saranno finalmente ben due nuovi albi illustrati della collana Fregole,
fiabe classiche riscritte in triestino, per Biancaevolta editore.

Mentre
sabato 7 dicembre ore 11:00
alla libreria Lovat
terzo piano dell’Oviesse in viale XX settembre
 
CARTASTRACCIA presenta LE NUOVE FREGOLE!
 
L'editore Bianca e Volta arricchisce la sua collana “Fregole” 
con due nuove fiabe "in triestin":
 
IL BRUTTO ANATROCCOLO e I MUSICANTI Di BREMA 
ovvero “i mussi, i cani… de Via Bramante”
 
e come da tradizione 
la Lettura sarà a cura dei Nati per Leggere.
 

martedì 29 ottobre 2013

Due racconti del mistero per bambini!

C'è questa moda di Halloween che sta attecchendo pure da noi, però magari, invece dei dolcetti si può decidere di regalare un bel racconto di "paura". No? 
Io ne ho presi due deliziosi per me. 

Per un adulto sono confortanti come tazze di cioccolato caldo 
bevute in una sera nebbiosa davanti a un film di Hitchcock, va proprio detto, 
visto che uno dei due libri inizia con un riferimento esplicito a questo film. 
Ma poi va avanti per conto suo, ed è un bel leggere!

Ve li faccio vedere...






E il Mostro dei Budini:







è un editore che ha in catalogo molti altri racconti stuzzicanti,
vale la pena fare un giro nel loro sito, perché anche i grandi
possono godere di storie che non sono per forza solo per i piccoli


Sono stata a Sàrmede per l'inaugurazione della mostra d'illustrazione.
Vedo di ordinare le foto e farvi dare un'occhiata all'evento.
Intanto vi passo un link magnifico. Vi divertite a pasticciare coi colori?
Seguite il mondo dell'illustrazione? Non crederete ai vostri occhi
quando aprirete questo link. Simone Rea insegna:

E se siete interessati al mondo dell'editoria per ragazzi,
sempre LefiguredeiLibri che ha caricato questo video qui sopra,
 ha messo a disposizione altri 6 video da non perdere,
dalla conferenza tenuta a Bologna in primavera, 
dove vengono toccati esplicitamente e con chiarezza, 
temi importanti come 
il pagamento degli anticipi agli autori e illustratori da parte degli editori, 
o la paura delle ruberie di idee. 
Argomenti diretti agli illustratori 
ma che in realtà valgono anche per gli autori, 
uguale uguale! Buone indagini!







venerdì 18 ottobre 2013

Il Carso triestino

è ora che io dedichi un po' di spazio a casa mia, la zona in cui vivo, Trieste.
La città si apre su un golfo, adriatico del nord.
Subito dietro alla città, c'è il Carso...






Sull'altipiano carsico le atmosfere marine di Trieste vengono completamente sostituite 
da panorami campestri, campagnoli, verdissimi. L'aria è più fresca, anche d'estate, 
siamo a circa trecento metri sul livello del mare, i paesini di vecchie case di pietra,
gli orti nelle doline, le grotte (più di 5000), i boschi di querce, le "osmize", un altro mondo!

Le doline sono avvallamenti improvvisi del terreno.

 Le "osmize" sono luoghi rustici, dove si mangiano prodotti locali, 
vini, salumi, dolci tipici del Carso, direttamente in casa dei produttori.
Alcune si sono evolute in osmize-agriturismo o osmize-trattoria,
gli ambienti sono più curati e l'offerta di cibo più variegata.




Presto vi racconterò la mia novità editoriale... in arrivo.
Yeah! :)







sabato 12 ottobre 2013

Astratto in viola


Prove su compensato, pioggia, amici alle prese con corsi di canto e di tango che cercano di coinvolgerti. No grazie, preferisco altre attività, e poi cantare, è bello da sola e quello che voglio io, mica mi diranno anche cosa devo cantare adesso, ma insomma! 
Parole a torrentello che saltella... novità editoriali in arrivo a novembre, finalmente, e novembre è così lontano. Non ho più pazienza, oggi sono elettrica. Il fine settimana è una rottura, non arrivano mail, non arrivano notizie interessanti, sono tutti in giro, nessuno lavora. 
Speranze avvilenti, racconti fermi in punta di piedi sul trampolino, mille promesse a lungo termine, attese, sempre attese e la mia mente lavora, troppo. 
E tralascio faccende tragiche di famiglia, tragiche davvero.
Il 2013 sta per finire grazie al Cielo, perché per adesso è stato uno schifo completo.
Se certe decisioni non prendono il via ammuffirò, diventerò muschio di bosco.
Se certe scelte non si concretizzano presto, non so che ne sarà di me.
Mi sa che prendo il treno e vado a Venezia, 
l'unico posto al mondo dove è bello stare anche se piove.

A proposito, l'ultima volta ho visto alcuni eventi collaterali della Biennale.
La Biennale vera vado a vedermela tra poco.
Comunque intanto vi racconto di Bill Culbert, 
che rappresenta la Nuova Zelanda.
Ecco alcune foto e dei link gustosi, 
uno di lui nella sua casa http://www.youtube.com/watch?v=-iwTRoRc_ZU
(ma quanto sono .belle le case degli artisti?)
e uno dell'esposizione a Venezia, super

Venezia è bella anche se piove!




E qualche altro scatto da "eventi collaterali"
della Biennale sparsi ovunque, ogni paese ha il suo.

Questo dall'Africa (non ricordo il paese in particolare)
sono calchi di pannocchie


dal padiglione Costa d'Avorio


dalla Cina, qui e sotto











lunedì 7 ottobre 2013

Odore di mare




Da vicino vicino, per ora così,


finché non sarà finito. 

Il regalo di un'amica... 
per un autunno che sulla costa 
sa sempre e ancora di mare.



E vi invito, allegramente, a sentire questa fantastica musica :)
niente di meglio per risollevare l'umore in un giorno di pioggia,
provare per credere, e poi se vi va, fatemi sapere...
https://soundcloud.com/galeb-and-the-seagull



venerdì 6 settembre 2013

POLLEKE e pile di letture miste

Guus Kuiser, classe '42, debuttò come autore per ragazzi negli anni '70. 
Dopo aver vinto molti premi letterari, solo nel 2012 riceve il Premio Astrid Lindgren,
il massimo riconoscimento internazionale della letteratura per ragazzi.
Grazie a Polleke, la protagonista di questo duetto di libri.






 Più o meno cento pagine ciascuno. L'autore racconta problematiche 
sociali ed esistenziali con sublime schiettezza e dolce ironia. 
Ogni tanto, nel testo, ci imbattiamo nelle piccole poesie di Polleke sulla vita






 vi consiglio questi due libri perché lo stile è quello fresco del nord,
diretto, disarmante, ma a mio avviso rassicurante come pochi.








Per quanto riguarda me, vi posso dire che ho appena firmato due contratti editoriali.
I libri usciranno tra un anno o poco più, a meno che l'editore non decida di pubblicare prima.
In editoria è così, tempi lunghi... ad esempio avrei in uscita un altro libro per maggio 2014,
e lo so da un anno e mezzo, vedete, anche se sembra che stia ferma, in realtà la ruota gira, lentamente ma gira, è che annunciare l'uscita di un libro due anni prima mi pareva ridicolo. Eppure funziona in questo modo, allora stavolta ve lo confido, in sordina, tra le righe di un post qualunque. Chi mi segue leggerà, e poi se ne dimenticherà, finché non posterò la copertina. 

Qualcosa di mio che appaia prima dei prossimi anni? 
Be' la copertina di un mio libro dovrebbe apparire a breve su questo blog e 
sarà quella della quarta Fregola, tanto attesa, tanto sospirata, tanto agognata. 

Vediamo un po' cosa ci riserva l'autunno. 
Ho partecipato a un premio importante, indetto da una casa editrice grossa.
Non ho aspettative particolari, se solo riuscissi ad attirare la loro attenzione sulla mia storia 
(che equivale ad essere messi nel gruppo degli interessanti senza vincere nulla)
sarei super contenta.

Ed ecco una piletta di titoli che ho letto e mi sono piaciuti,
casomai vi mancasse una lettura per il prossimo fine settimana.

 

 


 

 

martedì 3 settembre 2013

La magia del legno






L'autunno è alle porte, le atmosfere assolate dei mesi estivi stanno per cedere il posto a quelle più intime e raccolte degli ambienti domestici. Qualche nuovo accessorio potrebbe arricchire proprio quell'angolo in cui di solito ci accoccoliamo per leggere o le mensole della cucina sulle quali stiamo già stipando i vasetti delle marmellate ai frutti di bosco, i mieli e le tisane. Colorati, suggestivi dettagli autunnali

Con questo spirito, con la voglia di novità che rendano più magico l'arrivo dei primi venti freschi e l'arrugginirsi dei boschi, El Tornidor ha realizzato nuove creazioni: le lampade (in legno di quercia) e gli imbuti (in legno di acacia). 









C'è molto interesse per gli imbuti in quanto non si sa ancora di nessuno che li abbia realizzati in legno. Noi li usiamo per travasare in bottiglie l'acqua presa alla fonte. Si bagnano, s'asciugano e non accade nulla al legno. L'idea è di inserire in un cucina un accessorio completamente naturale ed ecologico. Un'idea che non si fermerà certo qui.

                                                       eltornidor@eltornidor.eu

Archivio blog