Lettori fissi

venerdì 13 aprile 2012

"Un bambino" e "L'onda bandita"

Aspettavo di riavere indietro “Io, Titanic”, l’ho prestato a mia mamma che è una fan sfegatata di Sonia Maria Luce Possentini. Mentre aspetto che torni a casa quest’ultimo albo che sta facendo furori, vi vorrei far vedere quelli che ho qui con me. Ce n’è pure un altro che devo riavere indietro, “Sembrava un corvo”, è il mio preferito, adoro sia il racconto che le immagini. È un libro formidabile. Ma siccome rimando da troppo tempo questo post dedicato in particolare a Sonia, oggi mi va di farlo. 

Come ormai avrete capito non faccio mai delle vere e proprie recensioni, quasi mai. Vado a braccio, per impressioni positive ricevute, per immagini che mi hanno colpita… tanto basta un clic per trovare mille parole spese in mille altri blog, siti ecc., e io cosa potrei mai aggiungere di più? Ok, ok... ma lo faccio a modo mio... allora...



"Un bambino" (Kite editore) e "L'onda bandita" (La Margherita editore)
illustrati entrambi da Sonia Maria Luce Possentini,
scritti entrambi da Alfredo Stoppa.

"Un bambino":
si resta sospesi tra prosa e poesia,
ci sono tanti nomi, tanti bambini,
ed ognuno ha due righe da dire.





"L'onda bandita":
è la storia di un compito di scuola da fare
e il papà che saprà ascoltare le difficoltà,
ma è il figlio che alla fine scriverà il finale.









Vedete sono frenata nel rivelare le trame... in parte perché secondo me i libri vanno annusati, spiati in libreria, dal vivo. O comunque vanno cercati in solitudine. Questi, sono albi meravigliosi... be' non posso lasciarmi andare ai complimenti, sono troppo di parte, annusateli, sbirciateli, capiteli, provate a percepire le vostre personali simpatie.

Appena ho gli altri due ve li mostro
e racconto un cincinino, volentieri.

Nessun commento:

Archivio blog