Lettori fissi

venerdì 24 febbraio 2012

Piccole storie di periferia - Shaun Tan -


Shaun Tan, un mito per il popolo degli illustratori, un autore particolare, originale. Guardando quello che fa mi chiedo come possa avere tanto successo visto che mi ricorda i diari, le agende sbrindellate e piene di viaggi surreali e scarabocchi eccellenti che un po’ tutti abbiamo confezionato sotto i banchi di scuola, dalle medie all’università. Sempre. Però c’è di più, ovviamente. Basta sfogliare questo libro. Gli stili cambiano di continuo, sia nella scrittura che nell’illustrazione. Ha questo fascino misterioso, che cattura insomma. Mi piace, anche se a tratti mi inquieta. Un personaggio notevole, da esplorare.



















3 commenti:

Ila ha detto...

Bellissimo! E' nella lista dei libri da recensire di Bliblia. Quando lo farò, ti linkerò ;)

Ciao cara
Ila

Marica Bersan ha detto...

Come illustratore si vede che è molto bravo, sarei curiosa di leggere qualche sua storia per farmi un'idea del suo stile.

ventodebora ha detto...

Sì Marica, in realtà, lo stile surreale e "sbrindellato" lo riferivo proprio alla sua scrittura... sono storie enigmatiche ma intense, mi piacciono quasi sempre, però ci trovo un cincischiamento da diario e agenda come dicevo nel post...

Archivio blog